MIGLIOR TARIFFA
ONLINE GARANTITA

> Le mie prenotazioni
Cosa Vedere

Newsletter

( * )

Centro Storico

Chiesa della Salute

La Chiesa della Salute è una delle maggiori costruzioni veneziane, importante non solo dal punto di vista urbanistico e architettonico. Essa infatti è legata ad un avvenimento storico di grande tragicità: la peste, che portata a Venezia da una galea proveniente dall’ oriente e propagatasi poi in tutta Italia e Europa, provocò migliaia e migliaia di vittime. La terribile pestilenza decimò la popolazione veneziana fino a ridurla a circa la metà del suo numero. I

l 22 ottobre del 1630, il doge Nicolò Contarini nella Basilica di San Marco a Venezia espresse il voto solenne già deciso in Senato di erigere una chiesa e dedicarla alla Madonna al fine di ottenere la cessazione della tremenda pestilenza, promettendo di andare annualmente in pellegrinaggio alla chiesa come ringraziamento per l’aiuto misericordioso. Per la costruzione di questo tempio vennero presentati 11 progetti tra i quali fu scelto quello di Baldassarre Longhena che si distinse per originalità e maestosità.

Il giovane architetto, all’epoca dell’inizio dei lavori nel 1631 solo ventiseienne, immaginò il suo tempio posto in sommità di una ampia scalinata, a pianta centrale coperta da un’enorme cupola e all’esterno caratterizzato da imponenti contrafforti a voluta; sempre esternamente i lati della pianta ottagonale sono stati ornati con pilastri, timpani, nicchie e statue. Considerata una delle massime espressioni del barocco veneziano, la Basilica della Salute è senza dubbio una delle più amate chiese dei veneziani.

Esterno

La facciata della Basilica è caratterizzata da un grandioso portale affiancato da quattro colonne corinzie. La grande cupola emisferica invece, poggia sul corpo centrale la cui forma si presenta ottagonale, circondato da sei cappelle minori. All'estremo della cupola si può ammirare la bellissima statua della Vergine Maria.

Interno

L'interno della Basilica si presenta spazioso ed ampiamente illuminato dalle finestre termali delle sei cappelle laterali e dai finestroni del tamburo della cupola. La luce dà risalto alla pavimentazione in tessere di marmi policromi. Nelle cappelle laterali si trovano tele di Luca Giordano e la Discesa dello Spirito Santo di Tiziano (1555). Una statua di S. Girolamo Miani del Giovanni Maria Morlaiter sull'altare della Assunta, davanti alla pala di Luca Giordano.

 

Gallery Fotografica tratta da www.flickr.com